A NO PROFIT project inspired by Ufo Robot Grendizer - Dynamic Planning- TOEI Animation (C).

Ufo Robot Project

Certo che ci vuol passione, tanta passione e spirito di abnegazione e sacrificio anche solo per ipotizzare di metter su un progetto come quello che stiamo tentando di descrivere in questo website. Sarà forse perchè da bambini quei passaggi televisivi ci han lasciato un ricordo indelebile, o forse perché - come nella vita reale - affrontare i propri mostri è una impresa che può anche riuscire, non lo sappiamo... certo è che quel robot con le corna, pilotato da un principe - ragazzino che riusciva a tener testa alle orde degli invasori spaziali ha davvero segnato una generazione.
 
Ormai con la computer Graphic abbiam visto di tutto: dal Titanic ripreso nel momento più drammatico agli eroi Marvel e DC che svolazzano sui grattacieli... dai Transformers adattati al gusto del nuovo millennio ai Robottoni che... Robottoni? E no, quelli mancano! Ma come diamine è possibile? Seimila versioni di Batman e nemmeno una di Goldrake? E no, caspita, se non lo fa hollywood o chi per lui allora lo facciamo noi! Follia, lo sappiamo, ma se non fossimo folli non avremmo nemmeno realizzato queste poche cose che riuscite a visionare in queste pagine. Io e Giorgio abbiamo scoperto che un po' in tutto il mondo, ma specialmente qui in italia, la fiamma della stella Fleed covava sotto la cenere, e non poteva smettere di brillare così.
 
Il team attuale ha visto molti avvicendamenti, ogni persona che ha partecipato a questa folle idea ha lasciato una sua personale impronta. Ne è passato di tempo dall'idea di rianimare il Grande Mazinga in quel che fu SRP Project, prima che il C4DTeam prendesse corpo e che da esso gemmassero nuove realtà. UfoRobots.net è stata la fucina di modellazione del Goldrake, dei minidischi, del mostro giro giro e di moltissime altre cose che hanno permesso, assieme al prezioso contributo di Paolo, Marco, Pasquale ed altri che tenteremo di elencare nella Hall of Fame, di realizzare dei cortometraggi con attrezzature limitatissime, una impresa al limite dell'impossibile. No, direi ben oltre l'impossibile. Notti passate a modellare, texturizzare, sonorizzare, animare, comporre colonne sonore... Notti si, perchè ognuno di noi fa altro nella vita, ed in quelli che sono i brevi ritagli di tempo libero, spesso sottratti alla vita privata, si son realizzate le opere che oggi viaggiano su youtube.
 
UfoRobots.net, dopo un periodo di gemmazione e maturazione alquanto travagliato torna finalmente ad occuparsi del sogno iniziale: realizzare tutto il possibile (direi anzi l'impossibile) per portare a compimento un opera che possa avere un respiro cinematografico, senza la pretesa di completarlo per forza. Si arriva la dove questo laboratorio di idee ci porterà, non si sa bene dove in effetti. Ma ogni piccolo avanzamento è comunque un passo fatto in avanti, magari altri continueranno la nostra epopea, o forse - chissà - vista l'alta qualità che ci siam prefissi di raggiungere qualcuno potrebbe interessarsi al progetto seriamente e... Bella prospettiva, ma restando coi piedi per terra a noi poco importa se questo scenario dovesse realizzarsi o meno. Andremo comunque avanti, nell'ombra, come abbiamo fatto in questi anni.
 
Il nostro lavoro non percepisce alcun contributo ed è totalmente basato sulla passione per l'universo di Ufo Robot Grendizer ideato da Go Nagai. Ecco, per far un paragone calzante è esattamente quello che avveniva a Duke Fleed: a noi piace l'idea di poter afferrare il mouse come se fosse la cloche dello spacer e lanciarci digitalmente in imprese giudicate impossibili. Goldrake, avanti!

Fabio